Skip main navigation

Come pregare

Pregare è più semplice di quanto tu possa immaginare. Dio ti è accanto, ascolterà ed esaudirà le tue preghiere.

Quattro passi per pregare

Dio è il tuo amorevole Padre in cielo e vuole che parli con Lui. Puoi rivolgerti a Lui in preghiera. Poiché sei Suo figlio, puoi rivolgerti al tuo Padre Celeste per chiederGli aiuto e guida nella tua vita.

Puoi pregare ad alta voce o nella mente. Puoi parlare con Dio come faresti con una qualsiasi persona. Le tue parole non devono essere articolate o ripetute a memoria. È più importante aprire il tuo cuore e lasciarti andare. Credi che Egli è lì che ti ascolta, perché è così. Credi che ti aiuterà, perché lo farà.

La preghiera è uno dei doni più preziosi che hai ricevuto dal tuo Padre Celeste.

1. Inizia la preghiera

Prima di iniziare, trova un posto tranquillo in cui ti senti a tuo agio. Un buon modo per iniziare è rivolgersi a Dio chiamandoLo per nome. Puoi provare con “Caro Dio”, “Caro Padre Celeste”, “Padre nostro che sei nei cieli” o, semplicemente, “Dio”.

2. Conversa con Dio

Parla con il cuore e condividi le tue speranze e i tuoi desideri insieme alle preoccupazioni e ai problemi. Puoi chiderGli aiuto, direzione, perdono o guarigione. Quale che sia la cosa a cui stai pensando, diglieLa, prendendo atto che la Sua saggezza e i Suoi tempi sono più grandi dei tuoi. Puoi chiederGli che cosa desidera per te.

Esprimi a Dio i sentimenti che provi per gli altri. Puoi pregare per i loro bisogni o chiederGli suggerimenti su come amarli e aiutarli.

Esprimi apprezzamento a Dio per tutte le benedizioni che hai nella vita. Persino le difficoltà possono essere una benedizione. Questo ci aiuta e sentirci umili, il che mantiene il nostro cuore e la nostra mente più aperte alle risposte di Dio.

3. Termina la preghiera

Una volta detto tutto quello che volevi dire, puoi terminare la tua preghiera dicendo: “Nel nome di Gesù Cristo. Amen”.

Lo facciamo perché Gesù ci ha comandato di pregare nel Suo nome e tutto quello che facciamo deve essere fatto nel Suo nome.

4. Agisci in base ai tuoi desideri retti

C’è saggezza nel detto: “Prega come se tutto dipendesse dal Signore e lavora come se tutto dipendesse da te”. È nel fare che spesso riceviamo guida e aiuto da Dio.

Quando pregare

Non esiste qualcosa come il pregare troppo. Dio vuole che ti rivolgi a Lui quando sei felice o triste o se hai semplicemente bisogno di qualcuno con cui parlare. Puoi pregare ogni volta che ne hai voglia o che ne senti il bisogno. Infatti, se non hai voglia di pregare o hai la sensazione che Dio non voglia ascoltarti, quella potrebbe essere una delle occasioni migliori per farlo.

Prega per conto tuo o con gli altri

Dovresti parlare con Dio individualmente e regolarmente. Ma prega anche con gli altri — durante le funzioni religiose, prima di un pasto e durante la preghiera familiare. Di solito una persona offre la preghiera per conto del gruppo mentre gli altri ascoltano con rispetto, pensando alle parole che vengono dette e mostrando il proprio consenso dicendo “Amen” alla fine della preghiera.

Prega durante il giorno

In Salmo 55:17, il re Davide ha detto che avrebbe pregato “la sera, la mattina e sul mezzodì”. I momenti tipici per la preghiera personale sono all’inizio della tua giornata, prima di ogni pasto e prima di andare a letto la sera. Ma non esiste un momento sbagliato per pregare. Dio è sempre in ascolto, quindi possiamo “non [cessare] mai di pregare” (1 Tessalonicesi 5:17).

Prega per circostanze speciali

Ci sono momenti che richiedono una preghiera in più — come una preghiera di guarigione, di protezione o per necessità urgenti. Il digiuno (l’astenersi intenzionalmente dal mangiare e dal bere per un periodo di tempo) accompagnato dalla preghiera aiuta a dimostrare a Dio la tua sincerità e ti dona forza spirituale.

Ci piacerebbe pregare con te

Ricevere risposte alle nostre preghiere

Dio ha promesso che quando ci rivolgiamo a Lui in preghiera, ci darà risposte e guifa.

Dio comunica con noi attraverso lo Spirito Santo, sotto forma di pensieri positivi e buone idee oppure di sentimenti di pace e conforto. Quando sentiamo queste cose, significa che Dio ci sta incoraggiando, ci sta mostrando la verità e ci sta guidando.

Ognuno di noi sentirà lo Spirito Santo in un modo personale. Nella Bibbia, viene spesso descritto come “un suono dolce e sommesso” (vedi 1 Re 19:11–12) che sembra quasi sussurrare alla tua mente.

Dio risponde spesso alle nostre preghiere attraverso gli altri. Al momento giusto, Dio può portare nella nostra vita persone che possono darci o essere la risposta che stiamo cercando. Possiamo anche ricevere risposte alle preghiere leggendo ciò che i Suoi profeti hanno insegnato nella Bibbia e nel Libro di Mormon. Quando preghiamo e leggiamo questi libri, lo Spirito Santo può darci idee e istruzioni personalizzate. Anche il dedicare tempo allo studio della Sua parola è un modo in cui possiamo dimostrare a Dio che desideriamo davvero una Sua risposta.

Scopri che cosa dice il Libro di Mormon sulla preghiera

Domande comuni

Le persone hanno molte domande riguardo ai “mormoni” o, più propriamente, riguardo ai membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. Clicca qui per vedere l’elenco completo.

La Bibbia ci incoraggia a pregare, fornendoci, allo stesso tempo, molti esempi e consigli su come farlo:

Marco 11:24

“Perciò vi dico: Tutte le cose che voi domanderete pregando, crediate che le avete ricevute, e voi le otterrete”.

Colossesi 4:2

“Perseverate nella preghiera, vegliando in essa con rendimento di grazie”.

Giacomo 5:16

“Confessate dunque i falli gli uni agli altri, e pregate gli uni per gli altri onde siate guariti; molto può la supplicazione del giusto, fatta con efficacia”.

1 Giovanni 5:14

“E questa è la confidanza che abbiamo in lui: che se domandiamo qualcosa secondo la sua volontà, Egli ci esaudisce”.

Nell’incoraggiare i Suoi discepoli a pregare, Gesù Cristo ha offerto una preghiera come esempio da poter seguire. Questa preghiera è diventata nota come la Preghiera del Signore e noi possiamo pregare utilizzando lo stesso modello. Iniziamo rivolgendoci a Dio e mostrando gratitudine, poi chiediamo le cose di cui abbiamo bisogno, prima di concludere la nostra preghiera con “amen”. Puoi trovare un resoconto di questo evento sia in Matteo 6:9–13 che in Luca 11:1–4.

Esistono molti modi diversi di pregare. Possiamo pregare da soli o con tutta la famiglia. A dir la verità, possiamo pregare prima dei pasti, prima di andare a letto, come prima cosa al mattino o in qualsiasi momento. Ciò che conta è riservare del tempo per offrire in modo sincero la nostra gratitudine a Dio e per chiederGli aiuto.

Oltre alla preghiera, anche la meditazione può aiutarci a incentrare i nostri pensieri su Dio e può aiutarci a sentire lo Spirito. In tal senso, la meditazione è una forma di preghiera.

Mormon.org Chat is typing...